BACKGROUND AND PURPOSE: Comorbidity-adjusted health-related quality of life (HRQoL) in anterior cruciate ligament insufficiency (ACLI) has not been assessed to date. A cross-sectional study was conducted to test the hypothesis that HRQoL in ACLI is comorbidity-related and differs from the Italian norm. METHODS: 282 chronically ACL-insufficient candidates for arthroscopic reconstruction with or without meniscal and/or focal chondral lesions were studied. Knee function was evaluated with IKDC form, HRQoL with SF-36, and associated medical comorbidities with a self-administered questionnaire allowing calculation of a comorbidity index (CI). Patients were stratified according to CI into subgroup A (CI = 0) and subgroup B (CI > 0). The SF-36 profiles in the whole sample and in subgroups A and B were compared with the Italian norm. RESULTS: Of the 282 patients, 82 had associated comorbidity and 200 did not. Patients with comorbidity were older and had a higher degree of knee laxity than patients without comorbidity. Distinctive SF-36 profiles were obtained after stratification by comorbidity and comparison with the age- and sex-matched norm. The SF-36 profile in subgroup A showed statistically significantly lower scores on the PF, RP, BP, and SF domains while the GH and MH domains were statistically significantly higher than the norm. Subgroup B showed statistically significantly lower scores than the norm for the PF, RP, BP, VT, SF and RE domains. INTERPRETATION: Comorbidity-related HRQoL in ACL-insufficient candidates for arthroscopic reconstruction showed statistically significant differences from the norm. Comorbid illness acting as confounder should thus be controlled for when reporting SF-36 profiles, in order to avoid selection bias. Our findings may also be used as benchmark data for researchers investigating SF-36 profiles in ACLI.

Background : La comorbidità modificata in funzione della qualità della vita (HRQoL) nella insufficienza del legamento crociato anteriore (ACLI) non è mai stata presa in considerazione. E’ stato condotto uno studio cross-section per valutare l’ipotesi che la HRQoL è diversa da quella dell’ italiano medio. Metodo: Abbiamo preso in considerazione 282 pazienti con insufficienza cronica del legamento crociato anteriore in lista di attesa per la ricostruzione con o senza lesioni meniscali, con o senza lesioni condrali. La funzione del ginocchio è stata valutata tramite la scheda IKDC, la HRQoL con la scheda SF-36, e le comorbidità mediche associate con un questionario che permettesse il calcolo dell’indice di comorbidità (CI). I pazienti sono stati suddivisi in due sottogruppi : quello A con CI=0 e quello B con CI>0. I profili SF-36 generali e dei sottogruppi A e B sono stati comparati con i valori normativi italiani Risultati: Dei 282 pazienti 82 avevano una associata comorbidità e questi risultavano più anziani e con un grado di instabilità più grave di quelli senza comorbidità. I singoli profili SF-36 sono stati ottenuti dopo stratificazione e comparazione con i valori normativi per età e sesso. Il profilo SF-36 nel sottogruppo A ha mostrato valori significativamente più bassi per i domini PF, RF, BF e SF mentre quelli GH e MH sono risultati significativamente più alti del gruppo normativo. Il sottogruppo B ha mostrato valori statisticamente più bassi del gruppo normativo nei domini PF, RF, BP, VT e RE. Interpretazione: La comorbidità modificata in funzione della qualità della vita (HRQoL) nei pazienti candidati alla ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio mostrano significati differenze dal gruppo normativo . Le comorbidità agiscono come confounder e devono essere controllate quando vengono riempiti i questionari SF-36 perché possono generare bias. I nostri risultati possono essere utilizzati per migliorare i dati dei ricercatori che studiano i profili SF-36 nelle instabilità del ginocchio per insufficienza del legamento crociato anteriore.

Comorbidity-related quality of life in anterior cruciate ligament insufficiency - A cross-sectional study involving 282 candidates for arthroscopic reconstruction

CALVISI, VITTORIO;
2008

Abstract

BACKGROUND AND PURPOSE: Comorbidity-adjusted health-related quality of life (HRQoL) in anterior cruciate ligament insufficiency (ACLI) has not been assessed to date. A cross-sectional study was conducted to test the hypothesis that HRQoL in ACLI is comorbidity-related and differs from the Italian norm. METHODS: 282 chronically ACL-insufficient candidates for arthroscopic reconstruction with or without meniscal and/or focal chondral lesions were studied. Knee function was evaluated with IKDC form, HRQoL with SF-36, and associated medical comorbidities with a self-administered questionnaire allowing calculation of a comorbidity index (CI). Patients were stratified according to CI into subgroup A (CI = 0) and subgroup B (CI > 0). The SF-36 profiles in the whole sample and in subgroups A and B were compared with the Italian norm. RESULTS: Of the 282 patients, 82 had associated comorbidity and 200 did not. Patients with comorbidity were older and had a higher degree of knee laxity than patients without comorbidity. Distinctive SF-36 profiles were obtained after stratification by comorbidity and comparison with the age- and sex-matched norm. The SF-36 profile in subgroup A showed statistically significantly lower scores on the PF, RP, BP, and SF domains while the GH and MH domains were statistically significantly higher than the norm. Subgroup B showed statistically significantly lower scores than the norm for the PF, RP, BP, VT, SF and RE domains. INTERPRETATION: Comorbidity-related HRQoL in ACL-insufficient candidates for arthroscopic reconstruction showed statistically significant differences from the norm. Comorbid illness acting as confounder should thus be controlled for when reporting SF-36 profiles, in order to avoid selection bias. Our findings may also be used as benchmark data for researchers investigating SF-36 profiles in ACLI.
Background : La comorbidità modificata in funzione della qualità della vita (HRQoL) nella insufficienza del legamento crociato anteriore (ACLI) non è mai stata presa in considerazione. E’ stato condotto uno studio cross-section per valutare l’ipotesi che la HRQoL è diversa da quella dell’ italiano medio. Metodo: Abbiamo preso in considerazione 282 pazienti con insufficienza cronica del legamento crociato anteriore in lista di attesa per la ricostruzione con o senza lesioni meniscali, con o senza lesioni condrali. La funzione del ginocchio è stata valutata tramite la scheda IKDC, la HRQoL con la scheda SF-36, e le comorbidità mediche associate con un questionario che permettesse il calcolo dell’indice di comorbidità (CI). I pazienti sono stati suddivisi in due sottogruppi : quello A con CI=0 e quello B con CI>0. I profili SF-36 generali e dei sottogruppi A e B sono stati comparati con i valori normativi italiani Risultati: Dei 282 pazienti 82 avevano una associata comorbidità e questi risultavano più anziani e con un grado di instabilità più grave di quelli senza comorbidità. I singoli profili SF-36 sono stati ottenuti dopo stratificazione e comparazione con i valori normativi per età e sesso. Il profilo SF-36 nel sottogruppo A ha mostrato valori significativamente più bassi per i domini PF, RF, BF e SF mentre quelli GH e MH sono risultati significativamente più alti del gruppo normativo. Il sottogruppo B ha mostrato valori statisticamente più bassi del gruppo normativo nei domini PF, RF, BP, VT e RE. Interpretazione: La comorbidità modificata in funzione della qualità della vita (HRQoL) nei pazienti candidati alla ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio mostrano significati differenze dal gruppo normativo . Le comorbidità agiscono come confounder e devono essere controllate quando vengono riempiti i questionari SF-36 perché possono generare bias. I nostri risultati possono essere utilizzati per migliorare i dati dei ricercatori che studiano i profili SF-36 nelle instabilità del ginocchio per insufficienza del legamento crociato anteriore.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/10794
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 4
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 4
social impact