Siriano (IV-V sec. d. C.), diadoco della Scuola platonica di Atene, nel suo commento alla "Metafisica" di Aristotele cerca di abbinare la logica aristotelica con la metafisica pitagorico-platonica. In particolare ritiene che il meccanismo delle dimostrazioni sillogistiche si basi sull'esistenza separata degli universali. Esempi tratti dall'astronomia.

Le sostanze intermedie e le dimostrazioni astronomiche nel prologo del commento di Siriano sui libri M e N della Metafisica di Aristotele, «Documenti e studi sulla tradizione filosofica medievale» xii (2001), pp. 85-124.

LONGO, ANGELA
2001

Abstract

Siriano (IV-V sec. d. C.), diadoco della Scuola platonica di Atene, nel suo commento alla "Metafisica" di Aristotele cerca di abbinare la logica aristotelica con la metafisica pitagorico-platonica. In particolare ritiene che il meccanismo delle dimostrazioni sillogistiche si basi sull'esistenza separata degli universali. Esempi tratti dall'astronomia.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/11929
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact