Concorrenza, statalismo e crisi dell'autonomia deontologica