Introduzione. La prevalenza di ipertensione in età evolutiva è in aumento ed è predittiva dell’ipertensione in età adulta; con altri fattori come l’obesità è associata allo sviluppo di patologie cronico-degenerative. L’obiettivo dello studio è confrontare due metodi per la classificazione dei valori pressori in età pediatrica e valutarne applicabilità e utilità. Metodi. Il campione è composto dalle terze classi di tutte le scuole medie di l’Aquila e di Rieti (532 studenti, 48.8% femmine). La diagnosi di preipertensione e/o ipertensione arteriosa (Abnormal Blood Pressure ABP) è stata condotta con due metodi: quello proposto dai CDCs (basato su età, sesso e percentili di statura) e quello semplificato da Kaelber e colleghi (basato su età e sesso). Risultati. La prevalenza complessiva di sovrappeso/obesità è del 31.6%, risulta superiore a quella dello studio Health Behaviour in School Children (dati riferiti) e, nelle femmine, supera dell’80% il dato nazionale. Secondo la classificazione CDCs il 53.0% del campione presenta ABP e il 28.0% risulta iperteso, per la classificazione di Kaelber il 60.0% presenta ABP. Considerando il valore diastolico isolato il metodo CDCs rileva il 7.4% di ABP, secondo Kaelber il 10.6%; considerando il valore sistolico isolato, le proporzioni sono rispettivamente 51.4% e 58.4%. Il disaccordo tra le due misure è pari al 3.2% per la diastolica e al 15.5% per la sistolica e le discordanze sono tutte riconducibili alla maggiore sensibilità del metodo Kaelber. Il livello di associazione tra ABP e sovrappeso/obesità è superiore nei maschi e varia con il criterio diagnostico utilizzato: nella classificazione CDCs OR=4.97 per i maschi e 3.07 per le femmine nel Kaelber OR=5.68 e OR=2.59 rispettivamente. Conclusioni. Data l’associazione con l’eccesso ponderale, risultano rilevanti la maggiore sensibilità e fruibilità del metodo Kaelber per la diagnosi di ABP in età precoce soprattutto in contesti non specialistici (i.e. sorveglianza e ambulatori nutrizionali). Dichiarazione conflitto di interesse: nessuno

Pressione arteriosa e stato nutrizionale in età adolescenziale: criteri diagnostici e metodologie a confronto.

Manganaro Maria Amparo;Angelone Anna Maria;Scatigna Maria;Fabiani Leila
2015-01-01

Abstract

Introduzione. La prevalenza di ipertensione in età evolutiva è in aumento ed è predittiva dell’ipertensione in età adulta; con altri fattori come l’obesità è associata allo sviluppo di patologie cronico-degenerative. L’obiettivo dello studio è confrontare due metodi per la classificazione dei valori pressori in età pediatrica e valutarne applicabilità e utilità. Metodi. Il campione è composto dalle terze classi di tutte le scuole medie di l’Aquila e di Rieti (532 studenti, 48.8% femmine). La diagnosi di preipertensione e/o ipertensione arteriosa (Abnormal Blood Pressure ABP) è stata condotta con due metodi: quello proposto dai CDCs (basato su età, sesso e percentili di statura) e quello semplificato da Kaelber e colleghi (basato su età e sesso). Risultati. La prevalenza complessiva di sovrappeso/obesità è del 31.6%, risulta superiore a quella dello studio Health Behaviour in School Children (dati riferiti) e, nelle femmine, supera dell’80% il dato nazionale. Secondo la classificazione CDCs il 53.0% del campione presenta ABP e il 28.0% risulta iperteso, per la classificazione di Kaelber il 60.0% presenta ABP. Considerando il valore diastolico isolato il metodo CDCs rileva il 7.4% di ABP, secondo Kaelber il 10.6%; considerando il valore sistolico isolato, le proporzioni sono rispettivamente 51.4% e 58.4%. Il disaccordo tra le due misure è pari al 3.2% per la diastolica e al 15.5% per la sistolica e le discordanze sono tutte riconducibili alla maggiore sensibilità del metodo Kaelber. Il livello di associazione tra ABP e sovrappeso/obesità è superiore nei maschi e varia con il criterio diagnostico utilizzato: nella classificazione CDCs OR=4.97 per i maschi e 3.07 per le femmine nel Kaelber OR=5.68 e OR=2.59 rispettivamente. Conclusioni. Data l’associazione con l’eccesso ponderale, risultano rilevanti la maggiore sensibilità e fruibilità del metodo Kaelber per la diagnosi di ABP in età precoce soprattutto in contesti non specialistici (i.e. sorveglianza e ambulatori nutrizionali). Dichiarazione conflitto di interesse: nessuno
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/121031
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact