L'articolo esamina criticamente una sentenza del consiglio di stato in materia di appalti pubblici e che, di fronte ad una questione caratterizzata da una lacuna legislativa, preferisce optare per un'interpretazione strettamente letterale e che si rivela oltremodo criticabile per il percorso argomentativo seguito e per gli esiti cui giunge.

Interpretazione giudiziale e lacunae legis: un approccio da rivedere?

POLITI, FABRIZIO
1996

Abstract

L'articolo esamina criticamente una sentenza del consiglio di stato in materia di appalti pubblici e che, di fronte ad una questione caratterizzata da una lacuna legislativa, preferisce optare per un'interpretazione strettamente letterale e che si rivela oltremodo criticabile per il percorso argomentativo seguito e per gli esiti cui giunge.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/12155
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact