"La letteratura circostante" descrive la produzione letteraria italiana degli ultimi quarant'anni interpretandola come laboratorio di un progressivo distacco dalla tradizione del Novecento. Propone una storia delle principali strategie retoriche contemporanee, delinea una mappa del nostro attuale campo letterario. Le opere più significative degli ultimi decenni vengono descritte nel loro funzionamento formale e insieme trattate come indicatori sociologici di un cambiamento in atto: le principali novità stilistiche, gli orientamenti strutturali e linguistici, i motivi ricorrenti sono interrogati come testimonianze - in parte consapevoli, in parte inconsce - di trasformazioni che investono il costume, il consumo, la mentalità. La letteratura circostante non si limita all'indagine critica di autori canonici e capolavori isolati, ma esamina temi e forme di un corpus molto ampio. Per farlo erode confini e gerarchie consolidate: non solo attraversa le frontiere dei generi letterari (perché guarda contemporaneamente alla narrativa, alla poesia e alle cosiddette scritture ibride), ma rinuncia anche alle distinzioni di blasone (perché allarga l'analisi a prodotti di intrattenimento o di consumo). Allo studio della letteratura in senso forte somma uno specifico interesse per quella mediocre e media, sempre più diffusa e socialmente visibile, il cui principale obiettivo non è comprendere ma evadere. Una storia delle forme contemporanee, una mappa del nostro campo letterario, un'interpretazione totale e unitaria dei molti modi in cui scrive oggi.

La letteratura circostante. Narrativa e poesia nell'Italia contemporanea

Simonetti, G
2018

Abstract

"La letteratura circostante" descrive la produzione letteraria italiana degli ultimi quarant'anni interpretandola come laboratorio di un progressivo distacco dalla tradizione del Novecento. Propone una storia delle principali strategie retoriche contemporanee, delinea una mappa del nostro attuale campo letterario. Le opere più significative degli ultimi decenni vengono descritte nel loro funzionamento formale e insieme trattate come indicatori sociologici di un cambiamento in atto: le principali novità stilistiche, gli orientamenti strutturali e linguistici, i motivi ricorrenti sono interrogati come testimonianze - in parte consapevoli, in parte inconsce - di trasformazioni che investono il costume, il consumo, la mentalità. La letteratura circostante non si limita all'indagine critica di autori canonici e capolavori isolati, ma esamina temi e forme di un corpus molto ampio. Per farlo erode confini e gerarchie consolidate: non solo attraversa le frontiere dei generi letterari (perché guarda contemporaneamente alla narrativa, alla poesia e alle cosiddette scritture ibride), ma rinuncia anche alle distinzioni di blasone (perché allarga l'analisi a prodotti di intrattenimento o di consumo). Allo studio della letteratura in senso forte somma uno specifico interesse per quella mediocre e media, sempre più diffusa e socialmente visibile, il cui principale obiettivo non è comprendere ma evadere. Una storia delle forme contemporanee, una mappa del nostro campo letterario, un'interpretazione totale e unitaria dei molti modi in cui scrive oggi.
978-88-15-27497-7
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/123153
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact