L’emergenza abitativa rappresenta oggi, per la città di Roma, uno dei temi più urgenti. La dinamica di crescita urbana negli ultimi decenni, unita alla forte speculazione edilizia che ha caratterizzato la trasformazione del territorio romano, hanno inasprito il fenomeno della povertà abitativa, spingendo in una condizione di criticità fasce di utenza sempre più ampie. Al contempo, il progressivo indebolimento dell’edilizia residenziale pubblica ha sottratto a molti nuclei familiari più bisognosi la possibilità di accedere ad un alloggio decoroso con il sostegno della società. L’inesorabile invecchiamento dello stock edilizio pubblico, processo per arginare il quale risulta vieppiù difficile individuare risorse, minaccia di ridurre ulteriormente l’utilità di un patrimonio che richiede sempre maggiori cure. A completare il quadro di emergenza si registra il fatto che le dinamiche demografiche attuali stanno dando luogo ad un disallineamento sempre più marcato tra la consistenza del patrimonio residenziale e le domande dell’utenza. Affrontare questa complessa situazione non è certo, nella presente congiuntura politica ed economica cosa semplice: esistono però alcune strategie che, se implementate, potrebbero contribuire ad un miglioramento non marginale della situazione. Questo volume affronta il tema della ridefinizione e frazionamento degli alloggi quale possibile strumento “agile” per riportare una quota rilevante delle unità abitative ad un’effettiva rispondenza, sia dimensionale sia per la configurazione degli spazi, con le categorie di nuclei che richiedono l’accesso alla casa pubblica. Sulla base di un ricco campione di alloggi di proprietà del Comune di Roma, la ricerca ha individuato gli strumenti architettonici per la riconfigurazione degli spazi interni, sviluppando anche un quadro tecnico-economico appropriato per la fattibilità degli interventi.

Roma cerca casa. La ridefinizione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica come risposta alla domanda abitativa

DE MATTEIS, Federico;
2016

Abstract

L’emergenza abitativa rappresenta oggi, per la città di Roma, uno dei temi più urgenti. La dinamica di crescita urbana negli ultimi decenni, unita alla forte speculazione edilizia che ha caratterizzato la trasformazione del territorio romano, hanno inasprito il fenomeno della povertà abitativa, spingendo in una condizione di criticità fasce di utenza sempre più ampie. Al contempo, il progressivo indebolimento dell’edilizia residenziale pubblica ha sottratto a molti nuclei familiari più bisognosi la possibilità di accedere ad un alloggio decoroso con il sostegno della società. L’inesorabile invecchiamento dello stock edilizio pubblico, processo per arginare il quale risulta vieppiù difficile individuare risorse, minaccia di ridurre ulteriormente l’utilità di un patrimonio che richiede sempre maggiori cure. A completare il quadro di emergenza si registra il fatto che le dinamiche demografiche attuali stanno dando luogo ad un disallineamento sempre più marcato tra la consistenza del patrimonio residenziale e le domande dell’utenza. Affrontare questa complessa situazione non è certo, nella presente congiuntura politica ed economica cosa semplice: esistono però alcune strategie che, se implementate, potrebbero contribuire ad un miglioramento non marginale della situazione. Questo volume affronta il tema della ridefinizione e frazionamento degli alloggi quale possibile strumento “agile” per riportare una quota rilevante delle unità abitative ad un’effettiva rispondenza, sia dimensionale sia per la configurazione degli spazi, con le categorie di nuclei che richiedono l’accesso alla casa pubblica. Sulla base di un ricco campione di alloggi di proprietà del Comune di Roma, la ricerca ha individuato gli strumenti architettonici per la riconfigurazione degli spazi interni, sviluppando anche un quadro tecnico-economico appropriato per la fattibilità degli interventi.
978-88-916-1839-9
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/128239
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact