Negli ultimi anni il fatturato delle società che forniscono servizi di cloud computing è costantemente cresciuto ripagando gli investimenti effettuati e dimostrando quanto questa nuova modalità di gestione e conservazione dei dati e delle informazioni stia diventando di utilizzo comune. Il cloud computing sembra,dunque, essere diventato un driver fondamentale per la crescita delle società IT. La sua distribuzione, legata a modelli diversi di fornitura del servizio, apre le porte a considerazioni sul corretto trattamento contabile dei contratti di cloud, soprattutto per quanto attiene all’area del riconoscimento dei ricavi da parte delle società che forniscono tali servizi. Lo IAS 18 (Revenue) e il nuovo IFRS 15 (Revenue from Contracts with Customers) presentano specifici requisiti per il corretto riconoscimento dei ricavi che in alcune circostanze, come per alcune tipologie di contratti (contratti complessi con prestazioni multiple per esempio), possono rendere meno lineare il riconoscimento dei relativi ricavi in bilancio. La novità della contrattualista cloud, legata alla dinamicità del servizio offerto e alle diverse modalità di fornitura, aggiunta alla notevole crescita del segmento sul mercato, rende opportuno un approfondimento sul tema.

Il riconoscimento dei ricavi per le aziende che forniscono servizi cloud

Neri L;
2017-01-01

Abstract

Negli ultimi anni il fatturato delle società che forniscono servizi di cloud computing è costantemente cresciuto ripagando gli investimenti effettuati e dimostrando quanto questa nuova modalità di gestione e conservazione dei dati e delle informazioni stia diventando di utilizzo comune. Il cloud computing sembra,dunque, essere diventato un driver fondamentale per la crescita delle società IT. La sua distribuzione, legata a modelli diversi di fornitura del servizio, apre le porte a considerazioni sul corretto trattamento contabile dei contratti di cloud, soprattutto per quanto attiene all’area del riconoscimento dei ricavi da parte delle società che forniscono tali servizi. Lo IAS 18 (Revenue) e il nuovo IFRS 15 (Revenue from Contracts with Customers) presentano specifici requisiti per il corretto riconoscimento dei ricavi che in alcune circostanze, come per alcune tipologie di contratti (contratti complessi con prestazioni multiple per esempio), possono rendere meno lineare il riconoscimento dei relativi ricavi in bilancio. La novità della contrattualista cloud, legata alla dinamicità del servizio offerto e alle diverse modalità di fornitura, aggiunta alla notevole crescita del segmento sul mercato, rende opportuno un approfondimento sul tema.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/135785
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact