Il DSM, tra polemiche e innovazione