Il territorio circostante la città dell’Aquila ha ospitato, a decorrere dagli eventi sismici del 2009, 7990 cantieri edili. Di questi ad oggi 603 cantieri risultano attivi. In virtù dei processi che impiegano o generano sostanze, composti, fibre e polveri, i lavoratori edili sono generalmente esposti ad agenti chimici di composizione, proprietà fisiche e natura differenti; tali esposizioni lavorative risultano poco documentate in letteratura [1, 2]. Lo scopo del presente studio è quello di caratterizzare il rischio chimico in edilizia tenendo in considerazione il particolare nonché quasi unico contesto ambientale con particolare riguardo all’esposizione ad agenti sensibilizzanti e/o irritanti ed a Composti Organici Volatili.

.La ricostruzione post sisma all’Aquila, Dati preliminari del rischio chimico in edilizia

E. Siciliano
Membro del Collaboration Group
;
E. De Leonardis
Membro del Collaboration Group
;
T. Tomassi
Software
;
D. Pompei
Membro del Collaboration Group
;
R. Mastrantonio
Writing – Original Draft Preparation
;
M. Pettinaro
Writing – Original Draft Preparation
;
N. Di Martino
Writing – Original Draft Preparation
;
L. Tobia
Membro del Collaboration Group
;
L. Fabiani
Membro del Collaboration Group
2018

Abstract

Il territorio circostante la città dell’Aquila ha ospitato, a decorrere dagli eventi sismici del 2009, 7990 cantieri edili. Di questi ad oggi 603 cantieri risultano attivi. In virtù dei processi che impiegano o generano sostanze, composti, fibre e polveri, i lavoratori edili sono generalmente esposti ad agenti chimici di composizione, proprietà fisiche e natura differenti; tali esposizioni lavorative risultano poco documentate in letteratura [1, 2]. Lo scopo del presente studio è quello di caratterizzare il rischio chimico in edilizia tenendo in considerazione il particolare nonché quasi unico contesto ambientale con particolare riguardo all’esposizione ad agenti sensibilizzanti e/o irritanti ed a Composti Organici Volatili.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/140627
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact