Alcuni casi di uso ravvicinato, a breve distanza nello stesso contesto narrativo, di nessi formulari equivalenti (intercambiabili per significato e valore metrico-prosodico) costituiscono le più patenti infrazioni della cosiddetta legge dell'economia formulare: potrebbe trattarsi di scelte di variatio espressiva legate a una progressiva interazione sul piano compositivo tra oralità e scrittura.

La variatio formulare nella dizione epica

SBARDELLA, LIVIO
1994-01-01

Abstract

Alcuni casi di uso ravvicinato, a breve distanza nello stesso contesto narrativo, di nessi formulari equivalenti (intercambiabili per significato e valore metrico-prosodico) costituiscono le più patenti infrazioni della cosiddetta legge dell'economia formulare: potrebbe trattarsi di scelte di variatio espressiva legate a una progressiva interazione sul piano compositivo tra oralità e scrittura.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/14352
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact