Gli autori analizzano gli incidenti stradali, sportivi, domestici e lavorativi avvenuti a carico di adolescenti dai 14 ai 17 anni nel primo semestre del 2000 a L’Aquila, monitorando il fenomeno attraverso gli accessi al Dipartimento di Emergenza e Accettazione (DEA). Gli incidenti rilevati sono stati 557 pari a 86 per 1000 abitanti. Tra questi prevale l’incidente sportivo, seguito, in ordine decrescente, dall’incidente stradale, dalle lesioni accidentali, dagli incidenti domestici e in ultimo dalle lesioni ad opera di terzi e dagli incidenti sul lavoro. All’aumentare dell’età aumenta la frequenza di incidenti stradali come pure la frequenza di incidenti sul lavoro. Si delinea un “profilo di rischio” più negativo nel caso di infortunati più giovani rispetto a quelli di età maggiore. I risultati evidenziano un’età critica (14 anni) sulla quale concentrare gli interventi e una necessità di migliorare e standardizzare la raccolta e registrazione di dati anche clinici presso i DEA.

Studio degli infortuni minorili nel Dipartimento di Emergenza e Accettazione

SCATIGNA, MARIA;GIULIANI, Anna Rita;FABIANI, Leila
2004-01-01

Abstract

Gli autori analizzano gli incidenti stradali, sportivi, domestici e lavorativi avvenuti a carico di adolescenti dai 14 ai 17 anni nel primo semestre del 2000 a L’Aquila, monitorando il fenomeno attraverso gli accessi al Dipartimento di Emergenza e Accettazione (DEA). Gli incidenti rilevati sono stati 557 pari a 86 per 1000 abitanti. Tra questi prevale l’incidente sportivo, seguito, in ordine decrescente, dall’incidente stradale, dalle lesioni accidentali, dagli incidenti domestici e in ultimo dalle lesioni ad opera di terzi e dagli incidenti sul lavoro. All’aumentare dell’età aumenta la frequenza di incidenti stradali come pure la frequenza di incidenti sul lavoro. Si delinea un “profilo di rischio” più negativo nel caso di infortunati più giovani rispetto a quelli di età maggiore. I risultati evidenziano un’età critica (14 anni) sulla quale concentrare gli interventi e una necessità di migliorare e standardizzare la raccolta e registrazione di dati anche clinici presso i DEA.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/1447
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 1
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact