Lesività da fendente: un caso di decapitazione omicidiaria mediante “katana”