La recente normativa nazionale di Protezione Civile individua il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile quale organo demandato al coordinamento e alla gestione di azioni integrate di prevenzione non strutturale. Tra queste azioni vi è l’elaborazione di apposite linee guida per uniformare la redazione degli strumenti pianificatori su tutto il territorio nazionale. La pianificazione di protezione civile è così un’attività di prevenzione non strutturale finalizzata sia alla definizione delle strategie operative del modello di intervento in caso di emergenza, sia alla messa a sistema di tutte le informazioni e i dati necessari a informare le strutture. La Regione Abruzzo con il supporto del Dipartimento ICEAA dell’Università dell’Aquila ha elaborato il documento “Elementi Conoscitivi del Territorio della Regione Abruzzo e organizzazione di Protezione Civile”, un documento di indirizzo dinamico (che sarà soggetto ad aggiornamenti periodici) finalizzato alla mitigazione dei rischi territoriali, alla pianificazione di protezione civile regionale, comunale e intercomunale, con indicazioni in merito anche alla gestione della comunicazione dei rischi e alle esercitazioni di protezione civile. Il lavoro nasce da una ricerca che da anni viene condotta dal DICEAA e dalla Regione, descritto nel presente articolo, che non coinvolge solo la pianificazione in sé ma anche il sistema delle conoscenze esterne su cui si basa, e il tema più generale della sicurezza “nella e per” la progettazione della città e del territorio. In particolare l’articolo si soffermerà sulla forma e sull’uso del Sistema delle Conoscenze dei rischi regionali che combina, secondo uno specifico modello di analisi, le pericolosità con le vulnerabilità e le esposizioni di livello territoriale. Il Sistema delle conoscenze descrive anche le componenti socio-economiche, oltre che quelle ambientali, nonché l’organizzazione del sistema regionale di Protezione Civile e i suoi modelli operativi, e la composizione e del modello d’intervento della Colonna Mobile Regionale. Al suddetto Sistema delle Conoscenze la ricerca integra un percorso per la costruzione metodologica e la sperimentazione di un Piano Regionale di Gestione dei Rischi dell’Abruzzo per le attività di previsione e prevenzione proprie della Protezione civile, sinteticamente descritto nell’articolo. Gli sviluppi futuri di questa ricerca affronteranno il ruolo delle tecnologie innovative come la Sensoristica, Le Reti digitali mobile, etc, a supporto della Conoscenza e della Pianificazione. Ma prima di tutto riguarderanno l’aggiornamento la progettazione di una Piattaforma digitale dedicata alle suddette componenti.

Prevenzione e mitigazione dei rischi territoriali. Conoscenze e orientamenti per la protezione civile della Regione Abruzzo.

Di Ludovico Donato;Di Lodovico Luana;Basi Maria
2020-01-01

Abstract

La recente normativa nazionale di Protezione Civile individua il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile quale organo demandato al coordinamento e alla gestione di azioni integrate di prevenzione non strutturale. Tra queste azioni vi è l’elaborazione di apposite linee guida per uniformare la redazione degli strumenti pianificatori su tutto il territorio nazionale. La pianificazione di protezione civile è così un’attività di prevenzione non strutturale finalizzata sia alla definizione delle strategie operative del modello di intervento in caso di emergenza, sia alla messa a sistema di tutte le informazioni e i dati necessari a informare le strutture. La Regione Abruzzo con il supporto del Dipartimento ICEAA dell’Università dell’Aquila ha elaborato il documento “Elementi Conoscitivi del Territorio della Regione Abruzzo e organizzazione di Protezione Civile”, un documento di indirizzo dinamico (che sarà soggetto ad aggiornamenti periodici) finalizzato alla mitigazione dei rischi territoriali, alla pianificazione di protezione civile regionale, comunale e intercomunale, con indicazioni in merito anche alla gestione della comunicazione dei rischi e alle esercitazioni di protezione civile. Il lavoro nasce da una ricerca che da anni viene condotta dal DICEAA e dalla Regione, descritto nel presente articolo, che non coinvolge solo la pianificazione in sé ma anche il sistema delle conoscenze esterne su cui si basa, e il tema più generale della sicurezza “nella e per” la progettazione della città e del territorio. In particolare l’articolo si soffermerà sulla forma e sull’uso del Sistema delle Conoscenze dei rischi regionali che combina, secondo uno specifico modello di analisi, le pericolosità con le vulnerabilità e le esposizioni di livello territoriale. Il Sistema delle conoscenze descrive anche le componenti socio-economiche, oltre che quelle ambientali, nonché l’organizzazione del sistema regionale di Protezione Civile e i suoi modelli operativi, e la composizione e del modello d’intervento della Colonna Mobile Regionale. Al suddetto Sistema delle Conoscenze la ricerca integra un percorso per la costruzione metodologica e la sperimentazione di un Piano Regionale di Gestione dei Rischi dell’Abruzzo per le attività di previsione e prevenzione proprie della Protezione civile, sinteticamente descritto nell’articolo. Gli sviluppi futuri di questa ricerca affronteranno il ruolo delle tecnologie innovative come la Sensoristica, Le Reti digitali mobile, etc, a supporto della Conoscenza e della Pianificazione. Ma prima di tutto riguarderanno l’aggiornamento la progettazione di una Piattaforma digitale dedicata alle suddette componenti.
9788891790972
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/146351
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact