La tragedia Ippolito di Emanuele Tesauro viene letta in relazione alla teoria retorica e morale dell'autore, evidenziando in particolare la presenza di immagini ascrivibili alla riflessione sulla metafora. Si studia la dimensione strettamente letteraria del testo, che offre prova del valore poetico della parola di Tesauro. La riscrittura del mito è osservata anche nel suo rapporto con la tradizione classica. Nello scarto dal modello si nota la particolarità dell'invenzione tesauriana.

L'Ippolito di Emanuele Tesauro

Merola V
2006

Abstract

La tragedia Ippolito di Emanuele Tesauro viene letta in relazione alla teoria retorica e morale dell'autore, evidenziando in particolare la presenza di immagini ascrivibili alla riflessione sulla metafora. Si studia la dimensione strettamente letteraria del testo, che offre prova del valore poetico della parola di Tesauro. La riscrittura del mito è osservata anche nel suo rapporto con la tradizione classica. Nello scarto dal modello si nota la particolarità dell'invenzione tesauriana.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/148152
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 0
social impact