Aspetti neuroendocrinologici del morbo di Parkinson. Interesse all'effetto terapeutico di un inibitore della prolattina