Il tema del rilievo e rappresentazione dell’apparecchiatura costruttiva storica è essenziale nel processo di conoscenza storico critica dei manufatti architettonici. Si tratta di una conoscenza solo in alcuni casi diretta, spesso esito di indagini o informazioni indirette. L’alto livello di iconicità delle restituzioni coniuga conoscenze puntuali con elementi desunti da simili casi di studio. Le procedure HBIM, ontologicamente sviluppate per una gestione informativa dedicata anche ai sistemi costruttivi, rinnovano le istanze di modellazione dell’apparecchiatura costruttiva, coniugando nel processo di gestione delle informazioni tanto oggetti 3D che tradizionali disegni bidimensionali, secondo un processo dove le istanze di ‘trasparenza’ delle fonti e ‘affidabilità’ delle informazioni giocano un ruolo di primo piano. Il contributo, dopo aver inquadrato il tema di studio, analizza le possibilità offerte dall’HBIM, con particolare riferimento alle opportunità offerte dall’impiego di oggetti parametrici per la modellazione di elementi costruttivi storici. Il contributo, dopo aver inquadrato il tema di studio, analizza le possibilità offerte dall’HBIM, con particolare riferimento alle opportunità offerte dall’impiego di oggetti parametrici per la modellazione di elementi costruttivi storici.

The topic of the survey and representation of historical constructive systems is essential in the historical-critical knowledge process of architectural artefacts. In particular, the knowledge of instruction systems in some cases rises from a direct interrogation, but often it is the result of indirect investigations or information. Moreover, the high level of iconicity of the representations combines precise knowledge with elements taken from similar case studies. The HBIM procedures, ontologically1 developed for an informative management of constructive systems, renews the modelling issues, combining in the information management process both 3D objects and traditional two-dimensional drawings, according to a process where instances of “transparency” of sources and “reliability” of information play a leading role. First, the paper focuses on the state of the art, then it analyses the possibilities offered by HBIM, with particular reference to the opportunities given by the use of parametric objects for the modelling of historical building elements.

Tecnologie avanzate per la rappresentazione dell’apparecchiatura costruttiva storica: HBIM e il rinnovarsi di un’istanza

S. Brusaporci;A. Tata;M. Centofanti
2020

Abstract

The topic of the survey and representation of historical constructive systems is essential in the historical-critical knowledge process of architectural artefacts. In particular, the knowledge of instruction systems in some cases rises from a direct interrogation, but often it is the result of indirect investigations or information. Moreover, the high level of iconicity of the representations combines precise knowledge with elements taken from similar case studies. The HBIM procedures, ontologically1 developed for an informative management of constructive systems, renews the modelling issues, combining in the information management process both 3D objects and traditional two-dimensional drawings, according to a process where instances of “transparency” of sources and “reliability” of information play a leading role. First, the paper focuses on the state of the art, then it analyses the possibilities offered by HBIM, with particular reference to the opportunities given by the use of parametric objects for the modelling of historical building elements.
9788835104490
Il tema del rilievo e rappresentazione dell’apparecchiatura costruttiva storica è essenziale nel processo di conoscenza storico critica dei manufatti architettonici. Si tratta di una conoscenza solo in alcuni casi diretta, spesso esito di indagini o informazioni indirette. L’alto livello di iconicità delle restituzioni coniuga conoscenze puntuali con elementi desunti da simili casi di studio. Le procedure HBIM, ontologicamente sviluppate per una gestione informativa dedicata anche ai sistemi costruttivi, rinnovano le istanze di modellazione dell’apparecchiatura costruttiva, coniugando nel processo di gestione delle informazioni tanto oggetti 3D che tradizionali disegni bidimensionali, secondo un processo dove le istanze di ‘trasparenza’ delle fonti e ‘affidabilità’ delle informazioni giocano un ruolo di primo piano. Il contributo, dopo aver inquadrato il tema di studio, analizza le possibilità offerte dall’HBIM, con particolare riferimento alle opportunità offerte dall’impiego di oggetti parametrici per la modellazione di elementi costruttivi storici. Il contributo, dopo aver inquadrato il tema di studio, analizza le possibilità offerte dall’HBIM, con particolare riferimento alle opportunità offerte dall’impiego di oggetti parametrici per la modellazione di elementi costruttivi storici.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/149755
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact