Procedure chirurgiche eterogenee vengono attualmente eseguite per il trattamento dell’ipertrofia dei turbinati inferiori resistente alla terapia medica. Alla luce dei dati emersi da una sintetica disamina della letteratura inerente a tale controversa materia gli Autori hanno valutato l’efficacia e l’incidenza di complicanze degli interventi più comunemente praticati. A tale scopo hanno selezionato con un protocollo diagnostico completo, sei gruppi di pazienti trattati rispettivamente con: 1) elettrocauterizzazione; 2) crioterapia; 3) laserterapia; 4) decongestione sottomucosa senza lussazione laterale; 5) decongestione sottomucosa con lussazione; 6) turbinectomia. Precedentemente e dopo l’intervento per un totale di 4 anni di follow-up hanno eseguito gli esami rinomanometrico e rinometrico, la misurazione del TMC, il dosaggio delle IgAS e hanno raccolto il punteggio sintomatologico assegnato dai pazienti. Dai risultati ottenuti, che tengono conto sia dell’efficacia nei confronti della sintomatologia ostruttiva sia del rispetto della complessa fisiologia nasale, è emerso che le tecniche di decongestione sottomucosa e in particolare la variante con lussazione laterale siano da considerare le più adeguate nel trattamento dell’ipertrofia dei turbinati inferiori non suscettibile a terapia medica.

"Studio comparativo delle tecniche chirurgiche più attuali per il trattamento dell'ipertrofia dei turbinati inferiori"

LAURIELLO, MARIA;
1995

Abstract

Procedure chirurgiche eterogenee vengono attualmente eseguite per il trattamento dell’ipertrofia dei turbinati inferiori resistente alla terapia medica. Alla luce dei dati emersi da una sintetica disamina della letteratura inerente a tale controversa materia gli Autori hanno valutato l’efficacia e l’incidenza di complicanze degli interventi più comunemente praticati. A tale scopo hanno selezionato con un protocollo diagnostico completo, sei gruppi di pazienti trattati rispettivamente con: 1) elettrocauterizzazione; 2) crioterapia; 3) laserterapia; 4) decongestione sottomucosa senza lussazione laterale; 5) decongestione sottomucosa con lussazione; 6) turbinectomia. Precedentemente e dopo l’intervento per un totale di 4 anni di follow-up hanno eseguito gli esami rinomanometrico e rinometrico, la misurazione del TMC, il dosaggio delle IgAS e hanno raccolto il punteggio sintomatologico assegnato dai pazienti. Dai risultati ottenuti, che tengono conto sia dell’efficacia nei confronti della sintomatologia ostruttiva sia del rispetto della complessa fisiologia nasale, è emerso che le tecniche di decongestione sottomucosa e in particolare la variante con lussazione laterale siano da considerare le più adeguate nel trattamento dell’ipertrofia dei turbinati inferiori non suscettibile a terapia medica.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/15001
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? 3
  • Scopus 13
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact