La scelta di fare riferimento a musica, rappresentazioni teatrali e manifestazioni coreutiche appare sempre più presente in realtà logopediche diverse. Nel programma di trattamento di bambini con ipoacusia neuro-sensoriale grave/profonda tale scelta si pone un duplice ordine di obiettivi. Da un punto di vista linguistico si perfeziona il livello fonologico, stimolando l'attenzione verso l'ascolto e la discriminazione dei parametri acustici, mentre l'elaborazione del materiale verbale (testi delle canzoni e delle scene) ha fornito l'occasione per un lavoro di ampliamento del patrimonio semantico e della struttura frastica. In merito agli aspetti emotivo-relazionali l'esperienza musicale non pone fine al disagio che l'adolescente/giovane ipoacusico vive in una connotazione peculiare rispetto al coetaneo udente. Tuttavia sembra offrire un'occasione di scarica e di trasformazione della tensione emotiva che preme sulla strada del "contenimento", che significa percepire profondamente, sopportando il disagio quanto basta per esprimerlo simbolicamente. Promuovere l'espressione corporea ha significato anche offrire l'opportunità di una concreta condivisione di quella ritualità, che nel mondo giovanile passa attraverso la musica e il ballo.

“Musica e teatro in alcune patologie di interesse logopedico con particolare riguardo alle ipoacusie profonde: secondo anno di esperienza”

LAURIELLO, MARIA;
1999

Abstract

La scelta di fare riferimento a musica, rappresentazioni teatrali e manifestazioni coreutiche appare sempre più presente in realtà logopediche diverse. Nel programma di trattamento di bambini con ipoacusia neuro-sensoriale grave/profonda tale scelta si pone un duplice ordine di obiettivi. Da un punto di vista linguistico si perfeziona il livello fonologico, stimolando l'attenzione verso l'ascolto e la discriminazione dei parametri acustici, mentre l'elaborazione del materiale verbale (testi delle canzoni e delle scene) ha fornito l'occasione per un lavoro di ampliamento del patrimonio semantico e della struttura frastica. In merito agli aspetti emotivo-relazionali l'esperienza musicale non pone fine al disagio che l'adolescente/giovane ipoacusico vive in una connotazione peculiare rispetto al coetaneo udente. Tuttavia sembra offrire un'occasione di scarica e di trasformazione della tensione emotiva che preme sulla strada del "contenimento", che significa percepire profondamente, sopportando il disagio quanto basta per esprimerlo simbolicamente. Promuovere l'espressione corporea ha significato anche offrire l'opportunità di una concreta condivisione di quella ritualità, che nel mondo giovanile passa attraverso la musica e il ballo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/15006
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact