Sulla nuova edizione delle epistole di Avito di Vienne