Il lavoro muove da un’analisi sulla qualificazione degli assetti fondiari collettivi come "ordinamenti giuridici primari", con un proprio "statuto" e poteri auto-regolamentari secondo le disposizioni della legge 20 novembre 2017, n. 168 ("Norme relative ai beni collettivi"). La classificazione dei domini collettivi operati dalla legge e dalla giurisprudenza in termini di ordinamento giuridico è studiata, altresì, nel contesto della teoria economica di E. Ostrom elaborata nella famosa opera Governing the commons: The Evolution of Institutions for Collective Action, Cambridge University Press, 1990 . In questa prospettiva si evidenziano le potenzialità ed i limiti dell'autonomia delle comunità nel disegnare specifici modelli regolamentari e gestionali rivolti al patrimonio collettivo.

“Governing the commons” (E. Ostrom): i domini collettivi come ordinamento giuridico alla luce della legge 20 novembre 2017, n. 168

walter giulietti
2020

Abstract

Il lavoro muove da un’analisi sulla qualificazione degli assetti fondiari collettivi come "ordinamenti giuridici primari", con un proprio "statuto" e poteri auto-regolamentari secondo le disposizioni della legge 20 novembre 2017, n. 168 ("Norme relative ai beni collettivi"). La classificazione dei domini collettivi operati dalla legge e dalla giurisprudenza in termini di ordinamento giuridico è studiata, altresì, nel contesto della teoria economica di E. Ostrom elaborata nella famosa opera Governing the commons: The Evolution of Institutions for Collective Action, Cambridge University Press, 1990 . In questa prospettiva si evidenziano le potenzialità ed i limiti dell'autonomia delle comunità nel disegnare specifici modelli regolamentari e gestionali rivolti al patrimonio collettivo.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
69 ostrom usi civici.pdf

solo utenti autorizzati

Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 3.57 MB
Formato Adobe PDF
3.57 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/154110
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact