Schopenhauer: due traduzioni e i manoscritti