Abruzzo: un passato d’emigrazione, un futuro d’integrazione