GIUDICE AMMINISTRATIVO E COGNIZIONE DEL FATTO (IL PENSIERO DI ANTONIO ROMANO)