Lo studio si propone di dimostrare che le autorità amministrative indipendenti, da un canto, costituiscono un «prodotto» della globalizzazione, dall’altro, sono uno strumento importante di governo, per meglio dire, di governance della globalizzazione stessa, per la loro attitudine a favorire l’emersione, il consolidamento e la diffusione di un diritto globale nei settori di loro operatività. Rilevate le caratteristiche dell’ordinamento giuridico globale, dopo aver evidenziato che le autorità amministrative indipendenti possono ben essere considerate un «prodotto» della globalizzazione, sono esaminati i collegamenti «in rete» delle autorità amministrative indipendenti, sia a livello nazionale e comunitario, sia a livello globale. Ciò consente di chiarire le modalità attraverso le quali il diritto globale è immesso direttamente nell’ordinamento nazionale tramite le autorità amministrative indipendenti. Lo studio consente di dare una risposta incentrata sul «giusto procedimento» all’esigenza di conferire legittimazione ed efficacia maggiori alla governance regolamentare globale attuata attraverso reti di autorità indipendenti. Viene, infatti, in esso evidenziato che il «giusto procedimento» informa in modo sostanziale il modello, che garantisce, al tempo stesso, legittimazione ed efficacia ad una autorità amministrativa indipendente. D’altro canto, il «giusto procedimento» costituisce forma privilegiata di legittimazione dei poteri pubblici nell’ordinamento globale. Il sistema di produzione delle norme assicurato dalle autorità amministrative indipendenti secondo il «giusto procedimento» può alimentarsi attraverso il dibattito a livello mondiale, è idoneo a recepire in modo trasparente gli standards globali e a metterli alla prova nel confronto con tutti i soggetti interessati dalla regolazione, può consentire di far valere le esigenze dei predetti soggetti a livello globale. Si tratta di un ciclo normativo continuo, che riconosce e recepisce gli apporti degli operatori economici e della società civile e li confronta con la realtà economica e le esigenze della società civile anche a livello globale. Quello così descritto è, tuttavia, uno schema che rappresenta le potenzialità di un sistema ancora assai incompiutamente realizzato. Anche nel nostro ordinamento, del resto, il «giusto procedimento» è conquista recente (per lo più confinata alle autorità amministrative indipendenti) e contrastata. Il diritto globale offre comunque decisivi argomenti in favore non solo del rafforzamento dell’indipendenza delle autorità qui considerate, ma anche e specialmente del principio del «giusto procedimento», che ne informa in modo sostanziale il modello.

Le autorità amministrative indipendenti nel diritto globale

LONGOBARDI, Gaetanino
2009

Abstract

Lo studio si propone di dimostrare che le autorità amministrative indipendenti, da un canto, costituiscono un «prodotto» della globalizzazione, dall’altro, sono uno strumento importante di governo, per meglio dire, di governance della globalizzazione stessa, per la loro attitudine a favorire l’emersione, il consolidamento e la diffusione di un diritto globale nei settori di loro operatività. Rilevate le caratteristiche dell’ordinamento giuridico globale, dopo aver evidenziato che le autorità amministrative indipendenti possono ben essere considerate un «prodotto» della globalizzazione, sono esaminati i collegamenti «in rete» delle autorità amministrative indipendenti, sia a livello nazionale e comunitario, sia a livello globale. Ciò consente di chiarire le modalità attraverso le quali il diritto globale è immesso direttamente nell’ordinamento nazionale tramite le autorità amministrative indipendenti. Lo studio consente di dare una risposta incentrata sul «giusto procedimento» all’esigenza di conferire legittimazione ed efficacia maggiori alla governance regolamentare globale attuata attraverso reti di autorità indipendenti. Viene, infatti, in esso evidenziato che il «giusto procedimento» informa in modo sostanziale il modello, che garantisce, al tempo stesso, legittimazione ed efficacia ad una autorità amministrativa indipendente. D’altro canto, il «giusto procedimento» costituisce forma privilegiata di legittimazione dei poteri pubblici nell’ordinamento globale. Il sistema di produzione delle norme assicurato dalle autorità amministrative indipendenti secondo il «giusto procedimento» può alimentarsi attraverso il dibattito a livello mondiale, è idoneo a recepire in modo trasparente gli standards globali e a metterli alla prova nel confronto con tutti i soggetti interessati dalla regolazione, può consentire di far valere le esigenze dei predetti soggetti a livello globale. Si tratta di un ciclo normativo continuo, che riconosce e recepisce gli apporti degli operatori economici e della società civile e li confronta con la realtà economica e le esigenze della società civile anche a livello globale. Quello così descritto è, tuttavia, uno schema che rappresenta le potenzialità di un sistema ancora assai incompiutamente realizzato. Anche nel nostro ordinamento, del resto, il «giusto procedimento» è conquista recente (per lo più confinata alle autorità amministrative indipendenti) e contrastata. Il diritto globale offre comunque decisivi argomenti in favore non solo del rafforzamento dell’indipendenza delle autorità qui considerate, ma anche e specialmente del principio del «giusto procedimento», che ne informa in modo sostanziale il modello.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/19061
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact