La responsabilità del "primario" nel contesto medico-chirurgico d'equipe