Disciplina antiriciclaggio e avvocati: “buone notizie” dall’Europa