Sulla tipicità del contratto di engineering