Linguaggio, pensiero e intenzionalità: la controversia sugli animali