Trasgressioni di massa. «Scappare fortissimo» di Stefano Moretti