IL COMPORTAMENTO DELLE TAMPONATURE NEL TERREMOTO DI L’AQUILA