Attraverso una rilettura originale di alcuni momenti capitali della storia del pensiero occidentale - dal Parmenide al Sofista di Platone, dalla metafisica della durata creatrice di Bergson all'attualismo gentiliano, dalla teologia speculativa di Cusano al basso materialismo di Georges Bataille, dalla linguistica di Bachtin a quella di Benveniste - Ronchi si interroga sul concetto filosofico di comunicazione inteso come partecipazione al vero e fondamento di possibilità della discorsività scientifica.

Filosofia della comunicazione

RONCHI, ROCCO
2008-01-01

Abstract

Attraverso una rilettura originale di alcuni momenti capitali della storia del pensiero occidentale - dal Parmenide al Sofista di Platone, dalla metafisica della durata creatrice di Bergson all'attualismo gentiliano, dalla teologia speculativa di Cusano al basso materialismo di Georges Bataille, dalla linguistica di Bachtin a quella di Benveniste - Ronchi si interroga sul concetto filosofico di comunicazione inteso come partecipazione al vero e fondamento di possibilità della discorsività scientifica.
978-88-339-1888-4
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/28409
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact