È mai esistita una religione dei Celti? E cosa intendiamo quando diciamo ʽCeltiʼ? Che cosʼè il furor bellicus? Unʼindividuale frenesia del sangue, semplice «gioia di distruggere», «ebbrezza di uccidere»? Pensare ai trickster ci aiuta a comprendere meglio la commedia greca antica? E in cosa consiste lʼoriginalità di quella forma di teatro? E poi, che relazione cʼè tra il ridere e il poter mettere fine alla propria vita? Sul filo di tali quesiti, lʼautore ripercorre le opere di tre grandi storici delle religioni: Raffaele Pettazzoni, Angelo Brelich, Ernesto de Martino. Maestri del passato, la cui lezione si rivela ancora attuale, viva ed efficace.

It's never been a religion of the Celts? And what do we mean when we say Celts? What is furor bellicus? An individual frenzy of blood, a simple joy of destruction, thrill of killing? Think about the tricksters helps us to better understand the ancient Greek comedy? And what is original in that form of theater? And again, what is the relation between laughter and the ability to commit suicide? On the edge of these questions, the works of three great historians of religions are retraced: Raffaele Pettazzoni, Angelo Brelich, Ernesto de Martino. Masters of the past, whose lesson is becoming present.

Ridere un mondo. Temi storico-religiosi in Pettazzoni, Brelich, de Martino

TAVIANI, PAOLO
2012-01-01

Abstract

È mai esistita una religione dei Celti? E cosa intendiamo quando diciamo ʽCeltiʼ? Che cosʼè il furor bellicus? Unʼindividuale frenesia del sangue, semplice «gioia di distruggere», «ebbrezza di uccidere»? Pensare ai trickster ci aiuta a comprendere meglio la commedia greca antica? E in cosa consiste lʼoriginalità di quella forma di teatro? E poi, che relazione cʼè tra il ridere e il poter mettere fine alla propria vita? Sul filo di tali quesiti, lʼautore ripercorre le opere di tre grandi storici delle religioni: Raffaele Pettazzoni, Angelo Brelich, Ernesto de Martino. Maestri del passato, la cui lezione si rivela ancora attuale, viva ed efficace.
978-88-548-5224-2
It's never been a religion of the Celts? And what do we mean when we say Celts? What is furor bellicus? An individual frenzy of blood, a simple joy of destruction, thrill of killing? Think about the tricksters helps us to better understand the ancient Greek comedy? And what is original in that form of theater? And again, what is the relation between laughter and the ability to commit suicide? On the edge of these questions, the works of three great historians of religions are retraced: Raffaele Pettazzoni, Angelo Brelich, Ernesto de Martino. Masters of the past, whose lesson is becoming present.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/28532
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact