L’utilizzo crescente del fair value nelle valutazioni di bilancio si accompagna alla richiesta di maggiore trasparenza nella rappresentazione delle variazioni di valore corrente degli elementi del capitale. Ammettendo la rilevazione di utili non ancora effettivamente conseguiti su operazioni in essere, infatti, tale logica di valutazione determina un ampliamento dei componenti di reddito registrati secondo competenza economica. Ciò si riflette sulla nozione di reddito, che necessariamente si allarga rispetto all’impostazione tradizionale. Il reddito di esercizio è inteso come la variazione del patrimonio netto di un’impresa, verificatasi nel periodo amministrativo, derivante da operazioni ed eventi diversi da quelli intervenuti con i soci nella forma di apporti e distribuzioni di capitale. Questo concetto economico di reddito onnicomprensivo (all-inclusive income o comprehensive income) impone che tutti i ricavi, i costi, i proventi e gli oneri rilevati nell’esercizio siano considerati nel calcolo del reddito e rappresentati nel conto economico, a prescindere dal fatto che essi siano espressivi delle operazioni svolte nell’esercizio medesimo. Il conto economico tradizionale viene dilatato al fine di accogliere misure utili al calcolo della performance, sia aziendale che manageriale. Per i paesi, come l’Italia, tradizionalmente ispirati alla prudenza e alla determinazione di un reddito che possa essere distribuito senza compromettere l’integrità del capitale sociale, si tratta di una vera e propria rivoluzione: componenti realizzati e non realizzati sono tutti rappresentati nel conto economico e inclusi nel reddito dell’esercizio. Dopo aver approfondito il significato e il valore informativo del comprehensive income, il lavoro si propone l’obiettivo di individuare le più opportune modalità di rappresentazione di tale nozione di reddito nel bilancio di esercizio in modo da rendere conto in modo compiuto di tutte le cause di variazione del patrimonio netto intervenute nel periodo amministrativo per effetto della gestione.

La misura delle prestazioni nel bilancio di esercizio. Il comprehensive income statement

PISANI, MICHELE
2007

Abstract

L’utilizzo crescente del fair value nelle valutazioni di bilancio si accompagna alla richiesta di maggiore trasparenza nella rappresentazione delle variazioni di valore corrente degli elementi del capitale. Ammettendo la rilevazione di utili non ancora effettivamente conseguiti su operazioni in essere, infatti, tale logica di valutazione determina un ampliamento dei componenti di reddito registrati secondo competenza economica. Ciò si riflette sulla nozione di reddito, che necessariamente si allarga rispetto all’impostazione tradizionale. Il reddito di esercizio è inteso come la variazione del patrimonio netto di un’impresa, verificatasi nel periodo amministrativo, derivante da operazioni ed eventi diversi da quelli intervenuti con i soci nella forma di apporti e distribuzioni di capitale. Questo concetto economico di reddito onnicomprensivo (all-inclusive income o comprehensive income) impone che tutti i ricavi, i costi, i proventi e gli oneri rilevati nell’esercizio siano considerati nel calcolo del reddito e rappresentati nel conto economico, a prescindere dal fatto che essi siano espressivi delle operazioni svolte nell’esercizio medesimo. Il conto economico tradizionale viene dilatato al fine di accogliere misure utili al calcolo della performance, sia aziendale che manageriale. Per i paesi, come l’Italia, tradizionalmente ispirati alla prudenza e alla determinazione di un reddito che possa essere distribuito senza compromettere l’integrità del capitale sociale, si tratta di una vera e propria rivoluzione: componenti realizzati e non realizzati sono tutti rappresentati nel conto economico e inclusi nel reddito dell’esercizio. Dopo aver approfondito il significato e il valore informativo del comprehensive income, il lavoro si propone l’obiettivo di individuare le più opportune modalità di rappresentazione di tale nozione di reddito nel bilancio di esercizio in modo da rendere conto in modo compiuto di tutte le cause di variazione del patrimonio netto intervenute nel periodo amministrativo per effetto della gestione.
978-88-464-9690-4
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/28689
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact