Nell’ordinamento di riforma emergono alcune innovazioni organizzative disciplinate direttamente o indotte dal relativo quadro normativo, quali: l’istituzione del ruolo del Direttore Generale, la struttura dipartimentale, la prospettiva di processo, il dimensionamento degli organici. Il Direttore Generale, al quale sono affidati tutti i poteri di gestione, viene individuato come soggetto strategico, che garantisce, nell’unitarietà della gestione aziendale, l’attuazione del PSN e del PSR. A tale ruolo viene ricondotto il difficile compito di dare concreta attuazione al cambiamento organizzativo disegnato dalla riforma, anche attraverso la diffusione della prospettiva economico-aziendale e manageriale. L’organizzazione dipartimentale risponde all’esigenza di ricomporre la frammentazione gestionale ed organizzativa, tipica dell’organizzazione ospedaliera, accentuata nel tempo dalla crescita dimensionale delle aziende sanitarie e dalla continua specializzazione delle diverse aree dell’assistenza. L’analisi organizzativa è stata sviluppata secondo la prospettiva strategica e nella dimensione di processo. Nel presente lavoro l’analisi dei sistemi di gestione del personale è stata condotta valutando i limiti e gli spazi aperti dalla recente disciplina legislativa e contrattuale. L’altra prospettiva di analisi valuta le peculiarità dei servizi sanitari e dei relativi fabbisogni di comportamenti organizzativi, realizzando un confronto critico tra i sistemi di gestione contrattualizzati e quelli funzionali alle esigenze di cambiamento dei comportamenti organizzativi a fini strategici.

«Il governo del processo strategico nelle aziende sanitarie»

ACHARD, PAOLA OLIMPIA;
2004

Abstract

Nell’ordinamento di riforma emergono alcune innovazioni organizzative disciplinate direttamente o indotte dal relativo quadro normativo, quali: l’istituzione del ruolo del Direttore Generale, la struttura dipartimentale, la prospettiva di processo, il dimensionamento degli organici. Il Direttore Generale, al quale sono affidati tutti i poteri di gestione, viene individuato come soggetto strategico, che garantisce, nell’unitarietà della gestione aziendale, l’attuazione del PSN e del PSR. A tale ruolo viene ricondotto il difficile compito di dare concreta attuazione al cambiamento organizzativo disegnato dalla riforma, anche attraverso la diffusione della prospettiva economico-aziendale e manageriale. L’organizzazione dipartimentale risponde all’esigenza di ricomporre la frammentazione gestionale ed organizzativa, tipica dell’organizzazione ospedaliera, accentuata nel tempo dalla crescita dimensionale delle aziende sanitarie e dalla continua specializzazione delle diverse aree dell’assistenza. L’analisi organizzativa è stata sviluppata secondo la prospettiva strategica e nella dimensione di processo. Nel presente lavoro l’analisi dei sistemi di gestione del personale è stata condotta valutando i limiti e gli spazi aperti dalla recente disciplina legislativa e contrattuale. L’altra prospettiva di analisi valuta le peculiarità dei servizi sanitari e dei relativi fabbisogni di comportamenti organizzativi, realizzando un confronto critico tra i sistemi di gestione contrattualizzati e quelli funzionali alle esigenze di cambiamento dei comportamenti organizzativi a fini strategici.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/28758
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact