Il "Fosso" tra passato e futuro