Su un caso di dislocazione atlanto-occipitale con sopravvivenza e integrità neurologica