Obiettivo della ricerca è ridurre l’energia cinetica di una corrente ipercritica inserendo in alveo elementi dissipativi di varia forma, ma geometricamente definiti. Successivamente, con l’intendimento di ridurre al minimo l’impatto ambientale, si è ipotizzato l’utilizzo di materiali non “ tradizionali “ quali elementi emergenti in muratura o calcestruzzo ma massi calcarei che per loro natura non hanno una forma definita e sono, altresì, di varia dimensione. La ricerca dei parametri che consentano di massimizzare la dissipazione di energia energetica a favore di una stabilità del fondo e delle pareti dell’alveo, può sintetizzarsi nelle dimensioni geometriche degli ele-menti, forma e dimensioni, dalla disposizione e densità degli elementi ed ovviamente dal contenuto ener-getico della corrente misurato attraverso il Numero di Froude .

The purpose of the research is to reduce the kinetic energy in an hypercritic flow by inserting submerged weirs as dissipating elements. Aiming to reduce at minimum the ambient impact we hypothesized the use of nontraditional materials (calcareous rocks of different sizes with an undefined shape instead of gabions). The search for parameters that allow the maximization of kinetic energy dissipation in favor of river bed stability, can be summarized in the geometrical dimensions of the elements, their shape and size, their configuration and density and, of course, in the flow energy expressed by the Froude number. In open channel flows, where gravitational effects are typically predominant, the validity of Froude similitude leads to the equality of the Froude number and the resistance coefficient in the prototype and model.

“Isolated–roughness in open channel flows”

LEOPARDI, Maurizio
2010-01-01

Abstract

Obiettivo della ricerca è ridurre l’energia cinetica di una corrente ipercritica inserendo in alveo elementi dissipativi di varia forma, ma geometricamente definiti. Successivamente, con l’intendimento di ridurre al minimo l’impatto ambientale, si è ipotizzato l’utilizzo di materiali non “ tradizionali “ quali elementi emergenti in muratura o calcestruzzo ma massi calcarei che per loro natura non hanno una forma definita e sono, altresì, di varia dimensione. La ricerca dei parametri che consentano di massimizzare la dissipazione di energia energetica a favore di una stabilità del fondo e delle pareti dell’alveo, può sintetizzarsi nelle dimensioni geometriche degli ele-menti, forma e dimensioni, dalla disposizione e densità degli elementi ed ovviamente dal contenuto ener-getico della corrente misurato attraverso il Numero di Froude .
The purpose of the research is to reduce the kinetic energy in an hypercritic flow by inserting submerged weirs as dissipating elements. Aiming to reduce at minimum the ambient impact we hypothesized the use of nontraditional materials (calcareous rocks of different sizes with an undefined shape instead of gabions). The search for parameters that allow the maximization of kinetic energy dissipation in favor of river bed stability, can be summarized in the geometrical dimensions of the elements, their shape and size, their configuration and density and, of course, in the flow energy expressed by the Froude number. In open channel flows, where gravitational effects are typically predominant, the validity of Froude similitude leads to the equality of the Froude number and the resistance coefficient in the prototype and model.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/38936
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact