Per la conservazione delle superfici architettoniche le nanoparticelle di calce possono costituire una valida alternativa ad altri trattamenti di natura inorganica o organica. Diversi anni di esperienza e differenti applicazioni (dipinti murali, affreschi, pietre, stucchi) hanno mostrato che il trattamento è efficace e compatibile con le superfici carbonati che. L’efficacia dei trattamenti con particelle di nanocalce dipende dalla qualità delle stesse. Nel presente lavoro viene illustrato l’uso della microscopa elettronica in trasmissione ed a scansione, unitamente alla diffrazione elettronica e alle immagini in campo scuro, per valutare morfologia, dimensioni e cristallinità delle particelle di nanocalce prodotte mediante sintesi chimica utilizzando soluzioni di NaOH e CaCl2. La microscopia elettronica è stata altresì impiegata per valutare la morfologia delle particelle durante e a fine carbonatazione, nonché le modificazioni (aspetto della superficie, porosità, profondità di penetrazione) indotte a seguito di trattamenti protettivi con nanocalce, su litotipi differenti e rappresentativi dell’edilizia storica (calcari, travertino, calcareniti, arenarie). L’uso della microscopia elettronica si rivela fondamentale soprattutto nel campo di nano materiali in cui appare determinante investigare le caratteristiche microstrutturali delle particelle e del materiale nella nanoscala (cristallinità, habitus cristallino, modificazioni del sistema porosi metrico, etc.).

Il contributo della microscopia elettronica nella valutazione delle modificazioni superficiali indotte mediante trattamenti con nanocalce su litotipi di interesse storico-artistico

V. DANIELE;QUARESIMA, RAIMONDO;TAGLIERI, GIULIANA
2007

Abstract

Per la conservazione delle superfici architettoniche le nanoparticelle di calce possono costituire una valida alternativa ad altri trattamenti di natura inorganica o organica. Diversi anni di esperienza e differenti applicazioni (dipinti murali, affreschi, pietre, stucchi) hanno mostrato che il trattamento è efficace e compatibile con le superfici carbonati che. L’efficacia dei trattamenti con particelle di nanocalce dipende dalla qualità delle stesse. Nel presente lavoro viene illustrato l’uso della microscopa elettronica in trasmissione ed a scansione, unitamente alla diffrazione elettronica e alle immagini in campo scuro, per valutare morfologia, dimensioni e cristallinità delle particelle di nanocalce prodotte mediante sintesi chimica utilizzando soluzioni di NaOH e CaCl2. La microscopia elettronica è stata altresì impiegata per valutare la morfologia delle particelle durante e a fine carbonatazione, nonché le modificazioni (aspetto della superficie, porosità, profondità di penetrazione) indotte a seguito di trattamenti protettivi con nanocalce, su litotipi differenti e rappresentativi dell’edilizia storica (calcari, travertino, calcareniti, arenarie). L’uso della microscopia elettronica si rivela fondamentale soprattutto nel campo di nano materiali in cui appare determinante investigare le caratteristiche microstrutturali delle particelle e del materiale nella nanoscala (cristallinità, habitus cristallino, modificazioni del sistema porosi metrico, etc.).
978-88-404-4156-6
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/40363
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact