La capacità semantica è una delle abilità cognitive che si deteriora nel corso della demenza di Alzheimer. Alcuni autori sostengono che si deteriori il contenuto stesso della memoria semantica (ovvero i concetti ), altri al contrario sostengono che mentre i concetti sono (almeno relativamente) integri, è la possibilità di accedere volontariamente allo store semantico ad essere impossibilitato. Il nostro gruppo ha recentemente pubblicato alcuni studi dai quali emerge che la rete di associazione che lega i concetti tra loro sembra essere progressivamente deteriorata, partendo dalle categorie associative più astratto-verbale. Nello studio che presentiamo sono stati confrontati 30 pazienti Alzheimer medio-lievi con 30 anziani senza patologie del SNC in compiti di associazioni semantiche con stimoli verbali e stimoli visuopercettivi. I dati mostrano differenze significative tra i gruppi, i compiti e le categorie associative. La discussione dei risultati evidenzia la possibile differenziazione delle vie verbale vs visuopercettiva di accesso alla rete semantica.

Accesso verbale vs accesso visuopercettivo alla rete semantica nell’invecchiamento normale e patologico

PASSAFIUME, Domenico;DI GIACOMO, DINA;
2012

Abstract

La capacità semantica è una delle abilità cognitive che si deteriora nel corso della demenza di Alzheimer. Alcuni autori sostengono che si deteriori il contenuto stesso della memoria semantica (ovvero i concetti ), altri al contrario sostengono che mentre i concetti sono (almeno relativamente) integri, è la possibilità di accedere volontariamente allo store semantico ad essere impossibilitato. Il nostro gruppo ha recentemente pubblicato alcuni studi dai quali emerge che la rete di associazione che lega i concetti tra loro sembra essere progressivamente deteriorata, partendo dalle categorie associative più astratto-verbale. Nello studio che presentiamo sono stati confrontati 30 pazienti Alzheimer medio-lievi con 30 anziani senza patologie del SNC in compiti di associazioni semantiche con stimoli verbali e stimoli visuopercettivi. I dati mostrano differenze significative tra i gruppi, i compiti e le categorie associative. La discussione dei risultati evidenzia la possibile differenziazione delle vie verbale vs visuopercettiva di accesso alla rete semantica.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/41590
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact