L’Abruzzo e il Molise. Le “virtù” della cucina teramana