Il volume ripercorre i primi secoli di vita della città dell'Aquila a partire dalla sua Fondazione, a metà del 1200. Raffaele Colapietra offre un excursus del contesto storico-politico nazionale e internazionale in cui si è inserita la nascita della città; ne illustra esaurientemente le dinamiche, il ruolo dei protagonisti e la vita politica dei primi secoli. Cristiana Pasqualetti analizza l'intensa vita artistica dell'Aquila medievale. Attraverso il percorso dei maestri, dei committenti e delle opere si illustra l'inserimento della città nei più ampi circuiti nazionali e internazionali dell'arte medievale. Analogamente, Mario Centofanti ricostruisce per l'architettura aquilana fino al 1500 l'intenso processo di costruzione e renovatio, soffermandosi sugli edifici più rappresentativi, di cui ha descritto le architetture e il complesso ruolo civile di specchio e immagine del potere che essi hanno ricoperto nei secoli di ascesa dell'Aquila nel mondo medievale e rinascimentale. Infine, Orlando Antonini propone una lettura accurata e intensa della funzione centrale che l'architettura religiosa ha avuto nella vita dell'Aquila fin dalla sua fondazione e per i secoli successivi.

Aquila dalla fondazione alla renovatio urbis

CENTOFANTI, Mario;
2010-01-01

Abstract

Il volume ripercorre i primi secoli di vita della città dell'Aquila a partire dalla sua Fondazione, a metà del 1200. Raffaele Colapietra offre un excursus del contesto storico-politico nazionale e internazionale in cui si è inserita la nascita della città; ne illustra esaurientemente le dinamiche, il ruolo dei protagonisti e la vita politica dei primi secoli. Cristiana Pasqualetti analizza l'intensa vita artistica dell'Aquila medievale. Attraverso il percorso dei maestri, dei committenti e delle opere si illustra l'inserimento della città nei più ampi circuiti nazionali e internazionali dell'arte medievale. Analogamente, Mario Centofanti ricostruisce per l'architettura aquilana fino al 1500 l'intenso processo di costruzione e renovatio, soffermandosi sugli edifici più rappresentativi, di cui ha descritto le architetture e il complesso ruolo civile di specchio e immagine del potere che essi hanno ricoperto nei secoli di ascesa dell'Aquila nel mondo medievale e rinascimentale. Infine, Orlando Antonini propone una lettura accurata e intensa della funzione centrale che l'architettura religiosa ha avuto nella vita dell'Aquila fin dalla sua fondazione e per i secoli successivi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/91459
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact