"Si deve semplicemente essere": la promessa di un umanesimo nuovo