La sede storica della facoltà di Ingegneria dell'Aquila è un pregevole esempio di architettura razionalista, risalente agli anni 30 del secolo scorso. Originariamente fu adibita a colonia montana "per i figli della gente del mare", e dagli anni ‘60 divenne la sede storica della Facoltà di Ingegneria dell’Università dell’Aquila. La struttura portante è costituita da un telaio in c.a. con tamponature pesanti in muratura di pietra. Tre blocchi adiacenti conferiscono complessivamente una forma in pianta ad arco di dimensioni 12x120m circa. A causa dell’evento sismico dell’Aprile 2009 l’edificio è risultato inagibile per danni strutturali che hanno comportato la necessità di predisporre un progetto di riparazione con annesso adeguamento sismico della struttura. In questo lavoro si presentano i risultati della valutazione di vulnerabilità sismica dell'edificio e la successiva progettazione dell'intervento mediante l'inserimento di un sistema di isolamento sismico alla base. L'intervento di isolamento con dispositivi elastomerici è stato sviluppato mediante un'analisi dinamica lineare e non lineare con Time History. La singolare configurazione geometrica-strutturale ha rappresentato un elemento di particolare interesse e complessità ai fini della modellazione strutturale e della proposta di intervento. Quest’ultima, inoltre, è stata oggetto di ampia riflessione in ragione dell’interesse storico-architettonico dell’edificio

Adeguamento sismico della sede storica della facoltà di ingegneria dell’Aquila

DI FABIO, FRANCO;FANALE, LORENZO;TOTANI, MATTEO
2015-01-01

Abstract

La sede storica della facoltà di Ingegneria dell'Aquila è un pregevole esempio di architettura razionalista, risalente agli anni 30 del secolo scorso. Originariamente fu adibita a colonia montana "per i figli della gente del mare", e dagli anni ‘60 divenne la sede storica della Facoltà di Ingegneria dell’Università dell’Aquila. La struttura portante è costituita da un telaio in c.a. con tamponature pesanti in muratura di pietra. Tre blocchi adiacenti conferiscono complessivamente una forma in pianta ad arco di dimensioni 12x120m circa. A causa dell’evento sismico dell’Aprile 2009 l’edificio è risultato inagibile per danni strutturali che hanno comportato la necessità di predisporre un progetto di riparazione con annesso adeguamento sismico della struttura. In questo lavoro si presentano i risultati della valutazione di vulnerabilità sismica dell'edificio e la successiva progettazione dell'intervento mediante l'inserimento di un sistema di isolamento sismico alla base. L'intervento di isolamento con dispositivi elastomerici è stato sviluppato mediante un'analisi dinamica lineare e non lineare con Time History. La singolare configurazione geometrica-strutturale ha rappresentato un elemento di particolare interesse e complessità ai fini della modellazione strutturale e della proposta di intervento. Quest’ultima, inoltre, è stata oggetto di ampia riflessione in ragione dell’interesse storico-architettonico dell’edificio
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/93984
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact