Quel silenzio assordante del centro storico