Il rituale della deuotio a Roma e un verso di Accio