L’introduzione del Building Information Modelling nel mondo dell’architettura ha rappresentato una rivoluzione che, andando oltre il solo aspetto della modellazione, ha coinvolto l’intero processo edilizio, grazie alla possibilità di gestire un grande quantitativo di dati e informazioni. L’applicazione del BIM ai beni architettonici AHBIM (Architectural Heritage Building Information Modelling) presenta ancora degli aspetti oggetto di indagine, dovuti alla complessità e specificità del patrimonio culturale, quali: l’artigianalità del costruito storico, lontano dalla standardizzazione degli elementi e dei processi costruttivi moderni, tipici del BIM; la complessità delle informazioni che la metodologia BIM deve gestire per la documentazione dei beni architettonici. Si propone una riflessione sui processi BIM intesi come strumento per una rappresentazione complessa del patrimonio architettonico, dove la natura “totalizzante” del BIM viene applicata ad una realtà esistente. Tenendo conto di un approccio metodologico specifico per il patrimonio costruito, il lavoro è rivolto ad indagare le potenzialità offerte dalla modellazione 3-D e dalle visualizzazioni digitali per lo studio dei valori storici, architettonici, culturali, materici degli edifici storici.

AHBIM come sistema di rappresentazione complesso dei beni architettonici

Stefano Brusaporci
;
Pamela Maiezza
;
Alessandra Tata
2018

Abstract

L’introduzione del Building Information Modelling nel mondo dell’architettura ha rappresentato una rivoluzione che, andando oltre il solo aspetto della modellazione, ha coinvolto l’intero processo edilizio, grazie alla possibilità di gestire un grande quantitativo di dati e informazioni. L’applicazione del BIM ai beni architettonici AHBIM (Architectural Heritage Building Information Modelling) presenta ancora degli aspetti oggetto di indagine, dovuti alla complessità e specificità del patrimonio culturale, quali: l’artigianalità del costruito storico, lontano dalla standardizzazione degli elementi e dei processi costruttivi moderni, tipici del BIM; la complessità delle informazioni che la metodologia BIM deve gestire per la documentazione dei beni architettonici. Si propone una riflessione sui processi BIM intesi come strumento per una rappresentazione complessa del patrimonio architettonico, dove la natura “totalizzante” del BIM viene applicata ad una realtà esistente. Tenendo conto di un approccio metodologico specifico per il patrimonio costruito, il lavoro è rivolto ad indagare le potenzialità offerte dalla modellazione 3-D e dalle visualizzazioni digitali per lo studio dei valori storici, architettonici, culturali, materici degli edifici storici.
978-84-16724-94-9
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11697/125790
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact