L’articolo intende ricostruire l’impegno pedagogico-sociale, in Italia con il Movimento di Collaborazione Civica (MCC) e a Portorico con la Divisione dell’Educazione di Comunità (DIV.ED.CO), di Angela Zucconi attraverso la sua autobiografia Cinquant’anni nell’utopia il resto nell’aldilà (L’ancora del Mediterraneo, 2000) e proponendo il cosiddetto “Progetto Pilota per L’Abruzzo” (1958-1962), di cui è stata infaticabile direttrice, patrocinato dall’UNESCO.

“Pedagogy of dissent” in The Feminine: Angela Zucconi and the “Pilot project for Abruzzo”

Silvia Nanni
2015-01-01

Abstract

L’articolo intende ricostruire l’impegno pedagogico-sociale, in Italia con il Movimento di Collaborazione Civica (MCC) e a Portorico con la Divisione dell’Educazione di Comunità (DIV.ED.CO), di Angela Zucconi attraverso la sua autobiografia Cinquant’anni nell’utopia il resto nell’aldilà (L’ancora del Mediterraneo, 2000) e proponendo il cosiddetto “Progetto Pilota per L’Abruzzo” (1958-1962), di cui è stata infaticabile direttrice, patrocinato dall’UNESCO.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/133387
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact