Nascondere la conoscenza nuoce alla propria creatività (e non solo a quella degli altri)