Il contributo approfondisce i rapporti fra Maria Montessori e il pedagogista e uomo politico Luigi Credaro (1860-1939), nel contesto di un volume che affronta i temi del rapporto della "Dottoressa" marchigiana con il mondo cattolico e la teosofia, della promozione del Metodo nella cultura massonica dell'Italia del primo Novecento, della sua accettazione e del suo rifiuto da parte dei positivisti e in genere dei pedagogisti italiani, della sua rapida ma per certi versi 'selvaggia' diffusione nel mondo contemporaneo, soffermandosi altresì, in proiezione futura, sulle sue strumentalizzazioni, sui suoi snaturamenti, sulle sue ancora inesplorate notevoli potenzialità.

Il controverso rapporto con Luigi Credaro

M. A. D'Arcangeli
2019-01-01

Abstract

Il contributo approfondisce i rapporti fra Maria Montessori e il pedagogista e uomo politico Luigi Credaro (1860-1939), nel contesto di un volume che affronta i temi del rapporto della "Dottoressa" marchigiana con il mondo cattolico e la teosofia, della promozione del Metodo nella cultura massonica dell'Italia del primo Novecento, della sua accettazione e del suo rifiuto da parte dei positivisti e in genere dei pedagogisti italiani, della sua rapida ma per certi versi 'selvaggia' diffusione nel mondo contemporaneo, soffermandosi altresì, in proiezione futura, sulle sue strumentalizzazioni, sui suoi snaturamenti, sulle sue ancora inesplorate notevoli potenzialità.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
DARCANGELI.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 214.6 kB
Formato Adobe PDF
214.6 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11697/141142
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact